Perestroika

24.8.07

V-day: Beppe Grillo contro Luca Sofri (di nuovo)

Iscriviti al Vaffanculo DayIn breve: il V-day di Beppe Grillo servirà soprattutto a raccogliere le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare da presentare in Parlamento:
- no ai condannati in via definitiva in Parlamento;
- max due legislature;
- ripristino delle preferenze nominali nella legge elettorale.

Luca Sofri sostiene che ciò sia demagogia, populismo, barbarie. Io invece mi stupisco che lui non senta l'esigenza di avere parlamentari dall'etica specchiata, al di sopra di ogni sospetto ed ogni macchia. Lui difende il diritto di ladri, assassini, spacciatori, mafiosi, truffatori di diventare parlamentari. E io continuo a non capire.

Etichette: , , ,

4 Comments:

  • Assolutamente propendo per Beppe Grillo! Un po' perché, con tutti i limiti (che magari vuole intendere Sofri, tipo non-a-vita, solo-a-scopo-riabilitativo, ecc) i condannati *non devono* stare in parlamento... e un po' perché il "fighettismo" della compagna di Sofri è un po' insopportabile, diciamo così (Grande Fratello docet ;-) )

    By DarioG, at 29/8/07 12:25  

  • No amici, ha ragione Sofri, anche se non mi sta simpatico.
    Con i criteri di Grillo non potrebbero stare in parlamento neanche Gramsci e Pertini, entrambi ospiti delle patrie galere durante il fascismo ( formalmente condannati da un tribunale operle loro idee).
    Quanto poi al divieto di superare i due mandati, scusate , ma preferisco farmi rappresentare da una persona di esperienza piuttosto che da un dilettante alle prime armi.

    By tonino, at 18/9/07 13:54  

  • Una Nazione democratica non tiene conto di quanto accaduto durante un regime dittatoriale, tonino.

    By Hytok, at 18/9/07 14:17  

  • La proposta di grillo nasce dalla brutta situazione che stiamo vivendo oggi.

    In linea di massima è vero quello che dice Tonino. Ma oggi abbiamo una casta trasversale di impuniti, che quando si tratta di chiudersi o di tutelare i propri privilegi trova le intese anche se sono cane e gatto.
    Oltre all'indulto e al malaffare diffuso, non danno spazio ai giovani e non permettono agli elettori di indicare il nome del candidato, diritto acquisito con il celebre referendum che cambiò il vecchio sistema elettorale.

    I due mandati sono un modo per costringere i corrotti, gli scaltori occulti di banche, i mestieranti della politica e i collusi con la mafia a SCROSTARSI dalla poltrona. Obbligarli a fare spazio a volti nuovi. Persone che non siano logorate da anni e anni di collusioni, compromessi, scambi di voti e altre porcherie.
    Perché oggi di Pertini, Berlinguer o De Gasperi in giro non ce ne sono.
    In compenso abbiamo Mastella, Dell'Utri, Cirino Pomicino e tanti altri loschi figuri.

    RESET!

    By grillino, at 24/9/07 18:19  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home