Perestroika

24.9.07

Cacciatori nelle tenebre

Testi: Gianrico Carofiglio
Disegni: Francesco Carofiglio
Editore: Rizzoli
Collana: 24/7
Pagine: 143
Data pubblicazione: 12/9/07
Prezzo: € 15,00


Parafrasando qualcuno molto in alto: prendete e leggetene tutti.
Scritto dall'autore di Testimone inconsapevole, e del filone di romanzi gialli con protagonista l'avvocato Guerrieri, e disegnato da suo fratello, sceneggiatore e scrittore di mestiere, finora disegnatore solo per hobby.
Per chi ha letto i (bellissimi) romanzi di Carofiglio, il protagonista di questo fumetto è un personaggio secondario dell'universo narrativo in cui agisce Guerrieri: l'ispettore Tancredi, poliziotto mooolto particolare. Dopo imprecisate vicissitudini, viene messo a capo di una sezione speciale della questura barese, ad occuparsi di persone scomparse, in particolare minori. Si costruisce la sua squadra "raccattando" poliziotti scorbutici e reietti, ma capaci. E incappa per caso nell'indagine che fa da ossatura al volume.

La storia inizia misteriosamente e fluisce in una lettura compiaciuta, soddisfatta, fino all'ultima pagina. Non vi dico niente della trama, mi sembrerebbe di sciuparla. Lo spin-off, quasi gli anfratti di Bari non bastassero a sancire l'appartenenza alla saga di Guerrieri, vede quest'ultimo inquadrato di nuca mentre saluta l'ispettore. Una chicca, nulla di più.

I disegni sono in bianco e nero, molto in stile Sin City, ed infatti nell'intervista di Mollica ai due autori, in appendice all'albo, Frank Miller è citato fra i loro punti di riferimento fumettistici, insieme ad Hugo Pratt, ed i marvelliani Silver Surfer, DareDevil (quello di Miller, appunto) e soprattutto i Fantastici 4. Quattro, come i protagonisti del fumetto in oggetto.

La Rizzoli gli ha dedicato un minisito, il buon RRobe una polemicuccia sui disegni: ha identificato la copertina come la riproduzione di una vignetta di Sin City e le fattezze di Tancredi come quelle del commissario Gordon, in Batman; Carofiglio dice invece di aver preso a modello l'attore Richard Dreyfuss.

Che altro dire... se non che ve lo consiglio molto caldamente. Non posso dire che i 15 euro del suo prezzo siano stati ben spesi solo perché... mi è stato regalato per il mio compleanno. Un regalo graditissimo!

Etichette: , , , , , , , , , ,

19.4.07

Punisher, divertimento per stomaci forti

Punisher, alias il Punitore. Antieroe Marvel, giustiziere violento, omicida di criminali.
Punisher
Nato come rivale dell'Uomo Ragno, è stato rilanciato negli ultimi anni dallo sceneggiatore Garth Ennis, che gli ha regalato nuovo carisma e grandi storie. Dimenticate pure che è un personaggio Marvel. Se vi piace il genere pulp, l'ammazzatutti condito con ironia e cinismo a fiumi, fa per voi. E' uno dei fumetti di cui sono più entusiasta: divertimento puro, ma non sciocco. Ennis al suo meglio, come anche in Preacher. Eccellente anche la caratterizzazione grafica datagli da Steve Dillon.
E' tutto pubblicato in volumi Panini, ancora reperibili. Consiglio di cominciare da due volumi: "Born", che parla di Frank Castle durante la guerra, e "Bentornato Frank", un volumone, ripubblicato anche in formato b/n bonellide. Subito dopo i volumi ordinati cronologicamente nelle serie 100% e 100 Max.
Da non perdere le punte di eccellenza: "Born" e "Le strade di Laredo".

Born (collana Max - Volume 1)

Bentornato Frank (collana Best), in volume...

...e in bonellide
Volume 1
Volume 2
Volume 2

Serie 100% Marvel
Volume 1
Volume 2
Volume 3
Volume 4

Continua la serie Max, più "cattiva" della precedente
Volume 2
Volume 3
Volume 4
Volume 5
Volume 6

Team-up con Wolverine

The End, ipotetica fine del personaggio

Etichette: , , , ,